Ricetta Elettronica: Precisazioni sulle ricette semplici, non ripetibili e identificazione dei proprietari

2019-06-10T12:36:19+00:009 Maggio 2019|News|

L’entrata in vigore della  legge 20 novembre 2017, n. 167, la ricetta elettronica veterinaria sostituisce la forma cartacea delle seguenti tipologie di ricette veterinarie:

  • 1) Ricetta Rossa in triplice copia;
  • 2) Ricetta Bianca NON Ripetibile;
  • 3) Ricetta Bianca Ripetibile;
  • 4) Prescrizione veterinaria di mangimi medicati o prodotti intermedi.

Inoltre l’allegato al D. Ministero della Salute 8 febbraio 2019 prevede:

(omissis)…

”I dati previsti per la corretta generazione di una prescrizione medico-veterinaria elettronica comprendono:

  • intestatario della ricetta
  • prescrizioni per animali DPA: identificativo dell’azienda zootecnica (unita’ epidemiologica), che deve risultare presente nelle Banche dati nazioni (BDN) zootecniche del Ministero della salute; identificativo fiscale del proprietario dell’animale o dell’allevamento;
  • prescrizioni per animali DPA destinati all’autoconsumo: identificativo fiscale del proprietario dell’animale o dell’allevamento;
  • prescrizione per animali non DPA: identificativo fiscale, nome e cognome del proprietario o detentore dell’animale”

(omissis)