Ricetta veterinaria elettronica: comunicazioni agli iscritti

2019-07-03T12:41:37+00:003 Luglio 2019|News|

Care/i colleghe/i

Il giorno 27 giugno u.s. si è tenuta una riunione della Federazione Regionale degli Ordini dei Medici Veterinari della Lombardia (FROMVL) con la partecipazione del Dr. Antonio Vitali di U.O. Veterinaria Regione Lombardia e del Dr. Secone del CSN – Centro Servizi Nazionale di Teramo,sugli ultimi aggiornamenti e le criticità relative al Sistema informativo di prescrizione dei farmaci veterinari – Ricetta Elettronica (REV).

Dall’incontro sono emerse alcune indicazioni che riteniamo utili fornire ai nostri iscritti:

1) Per segnalazioni a qualsiasi titolo relative ad Autorizzazioni all’Immissione in Commercio (AIC – foglietto illustrativo) di farmaci veterinari inviare comunicazioni e-mail al seguente indirizzo: ricettaveterinaria@sanita.it

2) Per quesiti di ordine normativo relativi ad interpretazioni della legge in vigore su farmaco veterinario e farmaco umano (deroga), inviare richiesta di chiarimenti all’Ufficio IV del Ministero della Salute, all’attenzione della D.ssa Angelica Maggio (Avvocato) e al Dr.Salvatore Macrì (Dirigente Veterinario). Indirizzo: Ministero della Salute – Sede Centrale – Viale Giorgio Ribotta, 5 – 00144 Roma Telefono: 06 5994 6173 E-mail: a.maggio@sanita.its.macri@sanita.it.

3) E’ in fase di elaborazione la possibilità di collegare direttamente i software gestionali degli ambulatori e cliniche veterinarie con il sistema informativo della tracciabilità del farmaco veterinario – Vetinfo in modo da poter emettere le ricette direttamente dal programma gestionale stesso. A tale proposito si richiede di contattare la propria software house per comunicare tale possibilità e per promuovere la partecipazione ad una riunione dedicata che si terrà il giorno 2 agosto p.v. a Milano presso gli uffici di U.O. Veterinaria Regione Lombardia. Per i dettagli contattare il Dr. Emanuele Invernizzi dell’ATS – email: einvernizzi@ats-milano.it.

4) Durante l’incontro è emerso che il 30-50% delle prescrizioni veterinarie per PET risulta “EMESSA” ma non “EVASA”. Tale situazione deriva da un approccio ancora non del tutto puntuale da parte delle farmacie. E’ in progetto un percorso di sensibilizzazione da parte di ATS con le associazioni e gli ordini dei farmacisti.